cartongesso | mappa del sito | cerca  

Glossario

Gesso

Il Gesso è una roccia sedimentaria di origine chimica, appartenente alla classe delle evaporiti, formata prevalentemente dall’omonimo materiale minerale, sotto forma di solfato di calcio bi idrato (CaSO4 · 2H2O), con piccole quantità di argilla. Il gesso deriva dalla trasformazione per evaporazione di sali marini quali l’anidrite (salgemma), calcite ed aragonite. Le rocce di gesso si presentano solitamente in formazioni ben stratificate con inserti di argille, spesso con formazione di cristalli grossolani detti selenite. Una varietà di gesso è l’alabastro gessoso, detto anche orientale, costituito da gesso compatto, microcristallino, di colore bianco-avorio, giallo chiaro o anche verdino. In Italia gli affioramenti di gesso si trovano in (Val camonica, Val trompia, in tutto l’Appennino ed in particolare nell’Appennino Tosco Emiliano ed in Sicilia dove affiora la Formazione gessoso-solfifera. Cave di gesso sono anche presenti in Piemonte in provincia di Asti e Torino.

Cartongesso

Il cartongesso è un materiale che si presenta sotto forma di lastre prodotte in varie versioni, spessori e dimensioni, ed è costituito da uno strato di gesso di cava ricavato da rocce naturali racchiuso fra due fogli di cartone (alcune ditte lo producono anche con carta riciclata) che lo rende resistente e duttile per tutte le tipologie edilizie e per le finiture d’interni.

Controsoffitto

Il controsoffitto è un’opera edile costituita da una superficie piana, posta al di sotto del soffitto, che determina una diminuzione dell’altezza utile del locale interessato. Il controsoffitto può realizzarsi per rispondere ad esigenze estetiche, per eseguire un rivestimento con materiale termoisolante, fonoassorbente e/o fonoisolante o resistente al fuoco, ed è utilizzato anche per ospitare, nel vano che si viene a creare tra lo stesso e il soffitto,gli impianti.

Controparete

la controparete è un’opera edile costituita da una superficie verticale , in aderenza o a distanza strutturale da una parete esistente, la controparete consente all’interno di accogliere materiali termoisolanti, fonoassorbenti e/o fonoisolante o resistente al fuoco, viene anche utilizzata per ospitare gli impianti

Orditura metallica

è l’insieme delle parti sia verticali sia orizzontali che compongono la struttura di sostegno di controsoffitti, di pareti e contropareti. Queste parti vengono denominate guide (fissaggio perimetrale) e montanti (fissaggio verticali e orizzontali). Esse sono di acciaio zincato resistenti e flessibili, modulabili per qualsiasi esigenza struttura strutturale.

Cappotto termico

l’isolamento a cappotto e’ una tecnica per la coibentazione termica e acustica, applicando il materiale isolante all’interno di sistemi quali pareti e contropareti sfruttando il minimo spazio .

Perdite di calore

L’indicatore fondamentale per misurare la perdita di calore degli elementi di un edificio è rappresentato dal cd. coefficiente di trasmittanza termica o valore U. Più basso è il valore U, minore l’energia dispersa attraverso l’elemento costruttivo analizzato. Il valore U indica la quantità di calore, espressa in watt, che attraversa un metro quadrato di superficie di un elemento costruttivo di un certo spessore, a fronte di una differenza di temperatura di 1 Kelvin (equivalente a 1 grado Celsius).Per calcolare il valore U di un elemento di fabbrica occorre conoscere diversi fattori, tra cui ad es. la conduttività termica e la resistività termica dei singoli materiali impiegati.

Reazione al fuoco

Si intende per reazione al fuoco la capacità di un materiale a non far propagare la fiamma. Le classi di reazione al fuoco sono 6: da 0 a 5 con infiammabilità crescente. La Classe 0 è attribuita ai materiali incombustibili. La Classe 1 a quelli con debole propagazione di fiamma. Le lastre di gesso rivestito  rientrano nella Classe 1 e 0.

Resistenza al fuoco

Si intende per resistenza al fuoco la capacità di un sistema (parete, controparete, controsoffitto ecc..) di mantenere per un certo periodo di tempo, espresso in minuti, le seguenti caratteristiche R.E.I.:R = resistenza meccanica (stabilità statica)E = tenuta al passaggio di fumi e fiamme, I =  isolamento termico ( non innalzamento della temperatura delle termocoppie applicate sulla superficie del del sistema non esposta alla fiamma oltre i 150° C )

Fonoassorbimento

Si intende per fonoassorbimento, la capacità di alcuni materiali di assorbire l’energia sonora e limitare gli effetti legati alla riflessione delle onde sonore negli interni. Nella massa di questi materiali vi sono dei minuscoli canali capillari di piccola sezione nei quali, con l’arrivo delle onde sonore, l’aria fluisce alternativamente dentro e fuori e, trovando un forte attrito, dissipa in calore l’energia di moto.

Fonoisolamento

Si intende per fonoisolamento la capacità di un sistema (parete, controparete, controsoffitto…) a ridurre l’intensità dei rumori aerei provenienti dall’esterno o da locali contigui. Le lastre di gesso rivestito, in quanto pannelli sottili, entrano in vibrazione trasformando l’energia sonora in energia meccanica e quindi in calore. Le lane minerali, inserite nell’ intercapedine comprimono e deprimono l’energia che tenta di oltrepassarle attenuandola per attrito nei micro- vuoti fra le fibre.

Fibra di vetro

detta anche lana di vetro, è composta da fibre di vetro di lunghezza variabile, ed è usata come materiale isolante, sia termico sia elettrico o acustico.

Lana di Roccia

materiale composto da strati sottilissimi ricavati dalla filatura di rocce naturali a scorie; usato come isolante.

                       
 
 
 
 

 
 
 
     
   
     
                       
Via Acquario, 163 - Rimini 47900 - Cell 348.2266583
P.I. 03564510406 - www.nuovarama3.it - info@nuovarama3.it